Eccovi un breve e tardivo resoconto del mio primo pomeriggio culturale a Zurigo (6/6/2010): ho fatto una breve visità all’università (ETH) dove ho visitato il museo di geologia (bello, coi microscopi per giocare :)), quello di archeologia ma soprattutto quello di storia della medicina: bellissime collezioni di strumenti di tortura chirurgici dall’antico Egitto ai giorni nostri. Una delle stanze in cui è allestito era l’ufficio di Albert Einstein!

Giusto per dire la differenza fra Italia e Svizzera: nella stanza riservata alle malattie infettive si parla anche di malattie a trasmissione sessuale (dalla sifilide all’AIDS) e di prevenzione, con tanto di teca dedicata alla storia del profilattico ed alle istruzioni per l’uso. Nella stanza dedicata alla ginecologia invece si esponeva la storia della pillola contraccettiva…

E, piccola chicca, tutti i musei universitari sono a ingresso libero.

Insomma, come primo pomeriggio a girare la città è stato un buon inizio.

oggetto misterioso

...e adesso indovinate l'oggetto misterioso 🙂

Annunci